In attesa dell'OPEN DAY di SABATO 23 MARZO (dalle ore 10.00 alle 12.00), brevi storie di vita al nido

open day

Questa mattina al nido abbiamo giocato in giardino. Con il sole che scalda è bello stare fuori. Tutto d’un tratto, forse per non calpestare una coccinella che passeggiava sul prato, uno dei miei piedini ha fatto un balzo più lungo del solito e… sono caduta. 

Le lacrime stavano per venir su, calde come il sole, ma poi ho visto vicino a me una mano amica. Mi ha aiutato a rialzarmi, mi ha ripulito ben benino dai fili d’erba appiccicati dappertutto e «Oplà, tutto bene» mi ha detto la sua voce, con un sorriso. 

Era la mia educatrice, l’ho riconosciuta. Lei c’è sempre. Ci parla, ci ascolta e a volte, senza dire una parola, sa cacciare via la nostalgia di mamma e papà (arriveranno più tardi) e la paura. Basta che mi tenga per mano, bastano i suoi SGUARDI gentili, a volte seri, che mi dicono «Mi prendo cura di te, sei importante».

#VadoAlNido

Data: 11/03/2019 Ultima modifica: Lun, 11/03/2019 - 11:00